Il concetto di coscienza viene molto ampliato dalla psicobiologia, che considera quindi sia l’aspetto corporeo-biologico, che l’aspetto storico-genealogico dell’individuo:Nella direzione trans-generazionale, ovvero nella considerazione delle memorie psico-biologiche tramandate dalle precedenti generazioni e dell’importanza dell’informazione familiare inconscia, Anne Ancelin  delinea la psicogenealogia ( la psicologia transgenerazionale).

La parola psicogenealogia pare sia stata usata per la prima volta da Alejandro Jodorowsky in un suo seminario. Anne Anceline Schützenberger l’ha utilizzata per definire un metodo che, attraverso l’analisi della storia familiare su più generazioni, aiuta le persone a prendere coscienza delle ripetizioni di eventi simili che condizionano i discendenti.

La sindrome degli antenati è un saggio del 2004. Pubblicato in Italia da Di Renzo Editore, è considerato il caposaldo dell’autrice francese, oltre che il suo best-seller, si tratta di un fenomeno che dà anche il titolo al suo libro: secondo Schützenberger non è infrequente che una persona venga colpita da quella che lei chiama la sindrome degli antenati, o sindrome da anniversario, che consiste nella ripetizione – solitamente inconscia – di un comportamento, di un malessere o di uno stato d’animo che pone le sue basi in eventi del passato che riguardano la sua famiglia di origine.

ciò che viene taciuto alla prima generazione la seconda lo porta nel corpo

Francois Dolto

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.