Nelle costellazioni familiari, si lavora sugli eventi accaduti nella famiglia. che tipo di eventi, se qualcuno nella famiglia non fu trattato come pari, o qualcuno sia stato escluso, a volte accade qualcosa in una famiglia che faccia sorgere la paura, per esempio, se una donna muore dando alla luce un figlio molti membri nella famiglia potrebbero aver paura per ciò che è accaduto. Per esempio , a causa di questo altre donne di quella famiglia potrebbero aver paura ad avere figli. A causa di questo quella donna molto spesso non viene più nominata all’interno della famiglia in questo modo ne viene esclusa. Le viene negato il suo posto di uguale in quella famiglia. Allo stesso modo se un bambino è morto alla nascita spesso è lui a non essere nominato mai più. Eppure è un membro della famiglia. A volte i genitori vogliono avere un altro bambino per sostituire quel bambino. Appena essi hanno un nuovo bambino non pensano più al loro primo bambino. Questi sono eventi importanti in una famiglia oppure se c’è stato un suicidio la persona che si è uccisa non è più nominata, oppure gli altri membri della famiglia sono in collera con quella persona ed essa è esclusa. In una famiglia così non tutti i membri sono considerati come pari nel loro diritto di appartenenza.
Alcuni si comportano come se avessero più diritti di appartenenza di altri così l’uguaglianza di base non viene mantenuta.
Più tardi, alcune volte molte generazioni dopo, come in una staffetta, i più piccoli prendono in parte la responsabilità di rappresentare il destino di un escluso, quindi improvvisamente un bambino si comporta come la persona che era stata precedentemente esclusa. L’ultimo arrivato, non sa nulla di ciò che è accaduto prima, questo mostra che tutti i membri della famiglia sono parte di un campo, un campo quantico frattale in cui tutti riportiamo dei frammenti di destini, qualcosa di più grande che ci unisce, come una coscienza collettiva che muove tutti nella stessa direzione. Questa forza più grande non tollera che nessuno venga escluso. Essa vuole mostrare quelli che furono esclusi o modificati nel racconto del destino, irretendo un altro membro a ripeterne la vita. Un membro successivo della famiglia si identifica con uno precedente. Questo è ciò che chiamiamo un connessione (irretimento), senza che nessuno ne sia consapevole. È un processo completamente inconscio.Attraverso le costellazioni familiari la mimica del campo e la psicogenealogia, queste connessioni vengono alla luce e possiamo trovare spesso una buona soluzione che sciolga dall’irretimento.
Costellazioni Familiari Sistemiche metodo di Bert Hellinger e Sindrome degli Antenati di Anne Ancelin Schutzenberger

*
I legami

Il legame è la forza profonda che unisce le persone.

Negli ordini dell’amore il rispetto dei legami è fondamentale.

Il legame tra le persone si istaura per appartenenza o da seguito gli eventi (costituirsi di una coppia, atti di violenza ecc.).

Alcuni dunque dipendono dall’albero della vita: quello che vengono dalla famiglia i origine e da quella attuale, che qualche volta chiamo anche legami di sangue. (chi appartiene)

Gli altri dipendono dagli eventi della vita.

Ad esempio da una relazione sessuale nasce sempre un forte legame.

Si forma un legame anche quando c’è un delitto, quando una persona subisce una grave ingiustizia; quando qualcuno si avvantaggia al prezzo di un grave danno di un altro; per un omicidio, che tale rimane anche in guerra.

I legami si formano tra le persone ed anche con le cose.

Una persona crea un legame con i luoghi dove sono accaduti eventi importanti.

Ad esempio si può rimanere legati alla casa dove la famiglia ha vissuto.

Nelle relazioni importanti ad esempio nella coppia, l’intensità del legame è più forte per le prime secondo l’ordine originario e non dipende dalla qualità della relazione o dall’amore.

Legame, amore e relazione relazione sono ben diversi; ad esempio ci può essere molto più amore in una relazione successiva alla prima.

La relazione è l’espressione del legame ed in parte dell’amore manifesto (dietro i legami, come in ogni cosa, c’è l’amore).

I legami si modificano, particolarmente nell’ambito delle relazioni. Ad esempio la nascita di un figlio porta con sé un legame diverso.

I legami, tuttavia, restano per sempre, anche quando il rapporto finisce.

Restano anche dopo la morte.

A questo proposito si vede che a morte non è un ostacolo per i legami.

Addirittura nascono anche dopo la morte,

Per questo quando un rapporto si scioglie il legame va onorato.

Una coppia ad esempio si può separare ed il loro legame resta.
Chi viene dopo ha bisogno di rispettarlo ed onorarlo.

Quando un rapporto un rapporto non viene chiuso nell’amore consapevole qualche membro più debole del sistema (in genere un bambino) verrà irretito e dovrà rappresentare chi è stato escluso.

La forza del legame si avverte anche quando il rapporto si chiude.
Più è forte il legame e maggiore è il dolore (non la sofferenza).

Le relazioni

Qualche volta sul terreno di un legame si sviluppa una relazione.

Una relazione nasce sempre da un legame, anche se a volte non sembra, come per due persone che si innamorano a prima vista.

Anche una relazione di lavoro o casuale s’instaura sempre su un legame sottostante.

Di questo parleremo più approfonditamente nei libri.

All’interno di una relazione possono nascere nuovi legami, come quando due colleghi di lavoro s’innamorano. Questo accade molto più raramente di quanto sembri.

Le relazione in alcuni casi sono legate alla convivenza.

Le relazioni hanno successo quanto sono in accordo con gli ordini dell’amore.

Come i legami sono indissolubili, le relazioni sono molto fragili.

Le relazioni si modificano in continuazione, ed influenzano anche i legami.

Stare in armonia con questi cambiamenti, che siano percepiti come belli o brutti, rafforza la relazione e la porta su un piano più alto.

Ci sono molte cose che le danneggiano, e spesso terminano.
Quando una relazione è finita è molto difficile poterla riprendere.
Un esempio è l’aborto volontario nella relazione di coppia o anche il desiderio di figli non condiviso.

A volte si può riprendere una relazione, a patto di viverla come una relazione nuova.
Prendendo con consapevolezza la responsabilità, apprendendo ciò che la fine della relazioni ha da insegnare e progredendo dall’amore cieco a quello consapevole,
ed andando in accordo con il fatto che qualcosa di importante è andato definitivamente perso.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.