L’anima è una parola antica. Nell’antica Grecia, la chiamavano Psiche; allo stato attuale, la psicologia la conosce come coscienza perché viene scartato l’idealismo di quel concetto. Lo spirito è l’intermediario tra uomo e Dio\ Forza Universale. Cartesio afferma “L’anima e soprannaturale come lo spirito.

L’anima è l’essere del puro idealismo”, cioè si separa dal corpo quando moriamo, ed è immortale. Lo spirito è il mediatore della “terra col cielo”, cioè unisce il corpo e l’anima quando siamo vivi. Lo spirito che ha raggiunto l’unione e fusione con il corpo  (se personificato) realizza  l’entità senza dualità.  

(la separazione e l’incomunicabilità fra pensiero ed estensione)R. Descartes, Le passioni dell’anima, Parte prima, articoli 31, 32

Il concetto di anima compare la prima volta con Socrate il quale ne fece il centro degli interessi della filosofia

È solo con Socrate, e col suo discepolo Platone che sarà utilizzato il termine psyché (anima) per designare il mondo interiore dell’uomo.

Non si trova la saggezza perché la si cerca. È il frutto di molte realizzazioni, e d’un tratto semplicemente emerge, facilmente e senza sforzo.
Bert Hellinger
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.